ragazzi_wing_tsun.jpeg
difesapersonaleragazzi.jpg

Wing Tsun Kids -ANTIBULLISMO

insegna ai bambini in modo divertente ed efficace l’autodifesa educando a come gestire i conflitti di tutti i giorni e le situazioni pericolose.

Wing Tsun Kids insegna ai bambini come evitare, prevenire e/o reagire in modo appropriato in caso di controversie, con l’uso dei gesti, della voce e delle espressioni facciali i bambini impareranno ad affermare sé stessi senza ricorrere alla violenza. Il punto fondamentale è quello di rendere i bambini consapevoli di tutte le risorse disponibili in una situazione del genere, a cominciare dalla domanda cortese, ma affermativa, di essere lasciato solo.

In tali casi la postura, la voce, l’espressione del viso e i gesti svolgono un ruolo fondamentale per evitare ulteriori confronti e se tali misure non hanno effetto ai bambini vengono insegnati quali passi devono seguire e quali sono i metodi sicuri, semplici ed efficaci di auto-protezione.

Il metodo di allenamento mette il bambino in costante contatto con gli altri attraverso esercizi per il controllo e lo sviluppo della sensibilità; gli esercizi si svolgono in gran parte in coppia dando la possibilità di prendere confidenza con il proprio partner aumentando in questo modo anche la fiducia in sé stessi.

 

Le lezioni sono orientate a giocare – attraverso giochi di movimento e gare – fare esercizio fisico, apprendere tecniche elementari di autodifesa e apprendere quei valori fondamentali come il rispetto, il coraggio, l’educazione etc.

Troppo spesso i ragazzi si sentono inadeguati e temono di non riuscire a gestire situazioni di conflittualità. Quello che insegniamo è anzitutto evitare il conflitto e, qualora non fosse evitabile, risolverlo nel modo più adeguato. Insegniamo loro a credere in loro stessi e ad avere anzitutto un comportamento che gli permetta, in ogni contesto, di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore o potenziale aggressore.

 

Insegniamo che la difesa personale non ha nulla a che vedere con la forza fisica e che anche il ragazzo apparentemente più debole può diventare il più forte.